L’area relativa all’Istanza di permesso di ricerca “Case La Rocca” si trova interamente nel territorio del comune di Ragusa, nei pressi delle Concessioni di coltivazione di idrocarburi S. Anna e Irminio, dove sono già presenti i pozzi produttivi Tresauro 1, 2, 3 e Irminio 3, 4, 5.
Irminio srl ha presentato nel 2013 domanda di istanza per un nuovo permesso di ricerca denominato “Case La Rocca”. Alla luce delle analisi effettuate, la Società ha avviato nel settembre 2016 l’iter autorizzativo per l’acquisizione del Permesso di ricerca e per la perforazione di 2 pozzi esplorativi – denominati Case La Rocca 1 e Case La Rocca 2 – da realizzare a partire da un’unica postazione in Contrada Carnesala, presso il limite centro-occidentale dell’area (vedi figura 1).

Figura 1 – Il quadrato in colore rosso rappresenta l’area di interesse, in contrada Carnesala

Figura 1 – Il quadrato in colore rosso rappresenta l’area di interesse, in contrada Carnesala

Il progetto dei pozzi esplorativi Case La Rocca
Il progetto per la realizzazione dei pozzi esplorativi prevede la predisposizione di una piazzola di perforazione estesa per circa 1,5 ettari interessando un’area sub pianeggiante caratterizzata da colture agricole di tipo estensivo. La località prescelta non presenta insediamenti abitativi nelle vicinanze o particolari impedimenti di tipo ambientale.

Figura 2 - Area piazzola di perforazione (in giallo), strada di accesso e area di deposito temporaneo (retinata)

Figura 2 – Area piazzola di perforazione (in giallo), strada di accesso e area di deposito temporaneo (retinata)

La realizzazione della piazzola prevede un’ottimizzazione tra volumi scavati e quelli di riporto del materiale allo stato naturale, vista la natura dei terreni e le ridotte altezze dei fronti di scavo (inferiori a tre metri).
Il progetto contempla inoltre l’impermeabilizzazione della piazzola con posa di teli in pvc e l’isolamento della stessa dalle acque meteoriche provenienti dai terreni limitrofi grazie ad una serie di canalette e fossi di guardia (per approfondimenti vedere il video che illustra il processo di impermeabilizzazione eseguito nei mesi scorsi presso la piazzola di Buglia Sottana).