Il petrolio è la fonte energetica allo stato liquido per eccellenza. Funzionalità e flessibilità nella movimentazione e nello stoccaggio ne hanno determinato il successo negli ultimi decenni: il petrolio può, infatti, essere trasportato con numerosi vettori (oleodotti, navi, autocisterne), immagazzinato in serbatoi e silos di diverse tipologie e distribuito con precisione in piccole o grandi quantità.

irminio-foto-traffico

I derivati del petrolio, ottenuti dalla raffinazione del greggio, sono presenti in maniera capillare in tanti momenti della nostra quotidianità:

  • spostamento per autotrazione (benzina, gasolio, gpl sono derivati del petrolio)
  • produzione di energia per i processi industriali
  • riscaldamento di abitazioni
  • produzione di prodotti per l’industria chimica e petrolchimica (dalle plastiche alle vernici, dai cosmetici alle fibre tessili, dagli imballaggi ai prodotti farmaceutici).
irminio-foto-riscaldamento

Nessuna sostanza (o miscela di sostanze) può vantare una gamma così differenziata di impieghi e applicazioni.

L’uso del gas naturale è piuttosto recente nella storia energetica dell’umanità, anche se oggi è impiegato in moltissime attività quotidiane: dagli usi residenziali (produzione acqua calda, riscaldamento, cottura cibi), alla produzione di energia elettrica, all’utilizzo come combustibile per autoveicoli alimentati a metano, a vari impieghi nel settore industriale e nell’industria chimica. Il metano – componente principale del gas naturale – è presente nelle abitazioni di milioni di famiglie italiane. È il combustibile fossile più pulito e conveniente ed è utilizzato per il riscaldamento domestico, nella preparazione dei cibi con cucine e forni a gas e infine per la produzione di acqua calda tramite caldaie.